Stampante: come e cosa scegliere

Può essere arrivato il momento di dover cambiare la tua vecchia stampante e sei alla ricerca di quella che può soddisfare tutte le tue esigenze.

Sono tante le domande che ti gireranno in testa, nel momento dell’acquisto, visto che è difficile orientarsi nella grande varietà di modelli in commercio.

Ovviamente il criterio che ti deve guidare nella scelta è quello dell’uso che dovrai fare della tua stampante.

Questo è fondamentale per capire quali sono le caratteristiche che deve avere il nostro apparecchio.

Tipi di stampante

I due tipi che sono principalmente in commercio sono quella a laser e quello a getto d’inchiostro.

Anche quando sarai arrivato a una scelta tra queste due famiglie, ne dovrai fare un’altra tra e stampanti tradizionali e quelle multifunzione.

Come detto la prima scelta è tra le stampanti laser (con il toner) e quelle a getto d’inchiostro (con cartucce d’inchiostro).

Le stampanti laser costano mediamente un po’ di più delle altre, anche il toner costa più delle cartucce ma ha una durata più lunga di quest’ultime.

Se hai esigenza di fare molte stampe di solo testo (o immagini in bianco e nero) la scelta più conveniente è quella di optare per una stampante laser in bianco e nero.

Se stampate invece testi e immagini a colori, meglio scegliere una stampante a getto d’inchiostro.

Stampante multifunzione

Le stampanti multifunzione includono nello stesso apparecchio la stampante, lo scanner e anche il fax.

Ovviamente questo tipo di stampante va bene per chi ha bisogno di questi servizi, ovvero di stampare, fotocopiare documenti, scansionare e inviare fax sia di documenti che di foto.

Alcune, le più costose, possono supportare anche la stampa fotografica.

La presenza di tutte queste funzioni non le rende, assolutamente, meno abbordabili di quelle classiche e pure. Le stampanti multifunzione sono disponibili sia a getto d’inchiostro che laser.

Se stiamo attenti all’aspetto economico, nel momento dell’acquisto, dobbiamo stare attenti al fattore colori.

Se la stampa è soprattutto indirizzata a documenti in bianco e nero sarà bene acquistare un modello laser che garantisca altissima qualità e un importante vantaggio economico.

Se invece l’esigenza di stampa prevede l’uso dei colori, sarà più opportuno puntare sul modello inkjet.

Nel caso invece che vi servisse per stampare fotografie bisognerà orientarsi verso una stampante inkjet fotografica , ma occhio perché più alto è il numero di colori, maggiore sarà il prezzo della stampante.

Frequenza di stampa

Quando si compra una stampante e, soprattutto, si pensa alle spese di cui tenere conto è quello del costo dei costi della cartuccia.

Molto, come abbiamo detto all’inizio, dipende da qual’è l’uso che ne farai e di quanto la userai.

Se utilizzi la stampante in maniera sporadica, allora un modello con un prezzo basso potrebbe fare al caso vostro, indipendentemente dal costo e dal consumo delle cartucce.

Se l’uso che ne fate è massiccio potete pensare di acquistare un modello più costoso, ma che porta un risparmio sulle stampe.

Per chi se ne serve per stampare le proprie fotografie, con alcuni modelli si può arrivare a pagarle solo 44 centesimi a foto; ma dovete poi aggiungere il costo della carta fotografica. Va anche detto che le stampanti Inkjet impiegano anche molto inchiostro per i cicli di pulizia che sono tanto più intensi quanto più frequente è l’uso della stampante.

Non è raro osservare stampanti che impiegano anche oltre il 50% dell’inchiostro di una cartuccia per la pulizia degli ugelli che è fondamentale nelle inkjet perché l’inchiostro liquido tende a seccarsi otturandoli.

Quando un ugello è otturato definitivamente, la testina di stampa è da sostituire, ma nelle stampanti casalinghe questo ha un costo così alto che conviene sostituire direttamente la stampante.

Le laser, invece, usano un inchiostro a polvere e possono restare spente per mesi senza problemi. Per questa ragione, il vantaggio di una laser va oltre il minor costo per pagina nei testi.