Come aprire la porta di casa rimasta chiusa

Sempre più spesso la vita frenetica ci fa causare degli errori. Nella fretta infatti, ci si possono dimenticare le chiavi di casa all’interno della casa o smarrirle: in questo caso spiacevole si rimarrà purtroppo chiusi fuori casa. La prima cosa da fare è quella di ricordare dove sono rimaste le chiavi, ad esempio in ufficio o ripercorrere i propri passi per ritrovarle. Nel caso siate sicuri che le chiavi sono rimaste dentro casa oppure che sono andate perdute, allora l’importante è non farsi prendere dal panico. Nel caso abbiate due porte di ingresso in casa, come quelle abitazioni dotate della seconda uscita di emergenza, allora fareste bene a provare ad entrare da lì. Se abitate al piano terra potrebbe essere utile anche provare a rientrare dalla finestra e riaprire la porte. Questa operazione va fatta solo se la finestra è posizionata in basso e non ci sono pericoli di cadere. La soluzione più pratica sarebbe quella di contattare un professionista esperto in apertura porte, ad esempio se abitate in Piemonte sarebbe bene rivolgersi ad un Fabbro Torino e Provincia. Questo tipo di professionista verrà da voi il prima possibile e riuscirà ad aprire la porta rimasta senza chiave, grazie alla sua esperienza e alla strumentazione adatta. In alternativa è possibile chiamare i vigili del fuoco, ma il servizio si paga anche caro a seconda di cosa occorre per intervenire, a patto che non ci sia una reale emergenza.

I vantaggi di chiamare un fabbro

Il fabbro è un professionista del settore e riesce ad aprire le porte possibilmente senza rompere la serratura. Sarà poi lui a consigliarvi se cambiare il cilindro o mettere in sicurezza la porta blindata, dato che è l’individuo più adatto per mettere in sicurezza la vostra abitazione. Si sa che le porte e le finestre sono gli accessi preferiti dai ladri, dunque la loro protezione deve essere una priorità. I vantaggi dichiarare un fabbro per questo tipo di intervento sono molteplici: costo ridotto rispetto ai vigili, cercano di non rompere la serratura così da poterla riutilizzare, ti fanno riaccendere velocemente in casa e ai vostri bene, arrivano da te entro un’ora dalla chiamata. Quando cercate qualcuno che si occupa di apertura porte, ricordatevi di leggere se fanno il servizio pronto intervento e, se vi occorre un intervento notturno, se lavorano 24 ore su 24 a chiamata. Per fortuna in ogni città c’è sempre qualche artigiano o ditta specializzata che si occupa di intervento anche notturno e trovare il loro numero è abbastanza facile. L’importante è sempre rivolgersi solo a professionisti qualificati ed esperti, informandosi bene su quello che fanno, leggendo le recensioni dei loro clienti e chiamando prima per conoscere i prezzi.

Quanto costa farsi aprire una porta dal fabbro?

I servizi di pronto intervento sono cari, perché è richiesto il rapido intervento a qualunque ora del giorno o della notte. Di solito far venire un fabbro da voi per vedere qual è il problema costa intorno dai 30€ agli 80€, a seconda dell’orario e della città. Questo è il cosiddetto prezzo della chiamata. Poi c’è da considerare il prezzo del tipo di intervento: in casi più semplici si può smontare la serratura e rimetterla al proprio posto senza romperla, mentre in alti casi occorre salire con una scala alla finestra per riaccendere nell’abitazione. Dunque non esiste un prezziario fisso per questo genere d’intervento, ma possiamo farvi qualche stima: parliamo di interventi di 100/150€ di giorno e di 350€ anche di notte, ma questi prezzi sono anche in base alla città. Ad esempio a Milano i prezzi per un’apertura porta in pronto intervento possono arrivare anche a 400€.