Combattere il colesterolo: cosa mangiare e quali integratori assumere

Combattere il colesterolo è una lotta che sempre più persone nel mondo sono costrette a fare, a suon di diete e di integratori naturali. Effettivamente, quanto sono efficaci queste scelte alimentari? Secondo i nutrizionisti sono essenziali per vincere la battaglia sebbene, oltre al cibo, sia necessario fare attività fisica e mantenere la propria mente elastica e attiva.

 

All’interno dell’e-commerce Balance Nutritional si trova una selezione di prodotti utili alla salute del cuore nonché il miglior integratore per il controllo del colesterolo, secondo gli utenti, che mantiene entro i parametri i livelli di colesterolo “cattivo”. Il principio attivo, riconosciuto dal Ministero della Salute, che contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo è la Monocolina K da riso rosso fermentato presente nella giusta quantità di assunzione giornaliera pari a 10 mg.

 

Come agisce la Monocolina K? Se viene acquistata con la conveniente offerta di quattro confezioni – consumabili in quattro mesi – l’integratore naturale regola la pressione arteriosa, normalizza la circolazione del sangue e concorre a promuovere il metabolismo dei lipidi.

Le recensioni collegate al prodotto non lasciano adito a dubbi: il prodotto funziona e aiuta realmente a combattere il colesterolo.

Combattere il colesterolo a suon di scelte alimentari

 

Livelli elevati di colesterolo LDL aumentano il rischio di sviluppare la coronaropatia e altri tipi di malattie cardiache. Se il colesterolo LDL è alto, è necessario lavorare per abbassarlo il più possibile. Il Ministero della Salute raccomanda agli adulti di mantenere i livelli di LDL al di sotto di 200 mg/dL, massimo 240 mg/dL. Questo obiettivo può essere difficile da raggiungere, ma ci sono diversi modi per ridurre il colesterolo LDL e contemporaneamente aumentare i livelli di HDL, il cosiddetto colesterolo “buono” e i trigliceridi.

 

Una dieta ricca di questi alimenti ci aiuterà a ridurre il colesterolo in modo naturale:

 

  • acidi grassi omega-3: numerosi studi hanno dimostrato che le persone che consumano più acidi grassi omega-3 hanno livelli più bassi di colesterolo cattivo e trigliceridi. Gli acidi grassi omega-3 si trovano nel pesce, nelle noci e in alcuni oli, come quello di canola e di semi di lino;
  • cereali integrali: è stato dimostrato che il consumo di alimenti a base di cereali integrali riduce il rischio di malattie cardiache. Sono ricchi di fibre, vitamine del gruppo B e minerali come calcio, magnesio e ferro. Contengono inoltre antiossidanti e sostanze fitochimiche che possono aiutare a proteggere l’organismo dalle malattie;
  • frutta e verdura: questi componenti alimentari forniscono i micronutrienti essenziali per coadiuvare tutte le funzioni dell’organismo. Un corpo con il giusto apporto di vitamine e minerali è al riparo da eventuali patologie cardiache, respiratorie e immunitarie.

 

Alcuni alimenti sono decisamente da evitare se si soffre di colesterolo alto. I cibi peggiori sono le bibite, la carne rossa, i latticini ad alto contenuto di grassi e alcuni oli. Le bibite gassate, per esempio, sono ricche di zuccheri e calorie che possono portare a un aumento di peso. La carne rossa e i latticini sono un altro gruppo di alimenti ad alto contenuto di grassi e dovrebbero quindi essere evitati o consumati con moderazione, massimo una o due volte alla settimana. Alcuni oli, come l’olio di cocco e di palma, contengono elevate quantità di grassi saturi, i quali non recano nessun nutrimento all’organismo..

L’aiuto fornito dagli integratori naturali

 

La prima linea di difesa contro il colesterolo alto è rappresentata dalla dieta e dall’esercizio fisico. Ma se questi non riescono a ridurre i livelli di LDL, il medico può prescrivere un farmaco per la riduzione del colesterolo. Le statine sono uno dei farmaci più comunemente prescritti agli adulti per ridurre il colesterolo e gestire altri livelli di lipidi. Sebbene siano efficaci per molti pazienti, l’assunzione di statine comporta alcuni potenziali effetti collaterali che devono essere monitorati attentamente.

 

Prima di arrivare ad assumere dei farmaci sintetici è consigliabile prevenire l’innalzamento del colesterolo con l’aiuto degli integratori naturali. Ingredienti antiossidanti, cardioprotettivi e ipocolesterolemizzanti sono utili ad abbassare i livelli. È stato dimostrato che la niacina, l’acido folico e alcuni probiotici riducono il colesterolo cattivo e aumentano quello buono.

 

La niacina è una vitamina B che riduce il colesterolo LDL fino al 30% se assunta a dosi elevate. L’acido folico è una vitamina B essenziale per una sana funzione cardiovascolare. Il coenzima Q10 è un potente antiossidante che ha dimostrato di ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi. Aggiungendo a questi ingredienti la Monacolina K si ottengono dei risultati stupefacenti in quanto la sostanza contribuisce a creare una sinergia fra i vari principi attivi in grado di controllare e regolare i livelli di lipidi e steroli presenti nel sangue.