È meglio abitare in villa o in appartamento?

Valutare l’acquisto di una nuova casa è sempre un momento stressante e, per fare una scelta ponderata, è importante pensare a tutti i pro e i contro di ogni soluzione. Uno degli interrogativi più frequenti, però, è sempre lo stesso: meglio comprare una villa o un appartamento? Ecco tutti i vantaggi e gli svantaggi di cui tenere conto.

Il parere di chi ha già scelto

I motivi che spingono a optare per una o l’altra situazione sono diversi. Prima di tutto è bene tenere conto della condizione personale, cioè, età di chi acquista, figli e situazione economica. Su questa base si aggiungono altri tre punti fondamentali che determinano la scelta.

Prima di tutto si tiene conto dei conflitti sociali che, molto spesso, tutti hanno vissuto. Poi è importante tenere conto anche del proprio benessere fisico ma anche della convenienza circa la vicinanza ad alcuni specifici luoghi.

Per spiegarci meglio sono in molti ad aver trovato maggiore beneficio dal punto di vista fisico e non solo, comprando una soluzione indipendente in campagna. Viceversa altri hanno optato per un ritorno in città perché consideravano più comodo spostarsi per le normali attività quotidiane.

Quando la villa è vantaggiosa?

La villa viene sempre identificata come una scelta di libertà e indipendenza. Ciò succede perché il vicinato sembra diventare la fonte di stress maggiore per chi vive in città, quindi, vorrebbe valutare una soluzione più discreta.

Chi sceglie la villa non vuole problemi con nessuno e preferisce avere ampi spazi su cui vivere e beneficiare dal punto di vista fisico. In uno spazio più o meno esteso è possibile avere un giardino da destinare al relax e ai giochi dei piccoli. Inoltre sono in molti a volere anche una piscina e degli animali domestici da far circolare liberamente sull’erba.

Avere una villa significa non partecipare alle odiose riunioni condominiali ma, ovviamente, ciò è possibile solo se non si fa parte di un complesso organizzato.

La villa conviene anche perché si è maggiormente autonomi e nessuno, a qualunque ora, può disturbare i vicini. Infine, dato da non sottovalutare, è il parcheggio. Qui il garage o un posto auto è sempre a propria disposizione.

Quando l’appartamento è vantaggioso?

Uno dei motivi che rende l’appartamento appetibile è la sicurezza. Infatti chi lo valuta sa di non essere isolato e di avere un aiuto in caso di necessità. Quindi i beni materiali vengono maggiormente protetti poiché vi è un minore dispendio di tempo e soldi, inoltre, il benessere fisico viene garantito con l’aiuto di altre persone.

Chi non vuole una villa non ama curare il giardino, sa che questa comporta maggiori spese sia dal punto di vista della manutenzione ordinaria sia della straordinaria. In città trovare maggiori servizi che permettono di non avere l’automobile è essenziale.

Esiste una soluzione intermedia?

Cercare un compromesso tra appartamento e villa è possibile. Esistono situazioni che vanno a mitigare i difetti di una o l’altra scelta. Ecco quali sono.

Le villette a schiera non sono isolate ma, allo stesso tempo, garantiscono privacy e grandi spazi a disposizione. Inoltre per chi ama il giardino esistono appartamenti a piano terra con possibilità di spazio verde.

Chi vuole un appartamento ma ama la tranquillità può optare per soluzioni in città all’ultimo piano di un palazzo. Avere uno spazio da destinare al relax e godere di ogni servizio presente in città, è un lusso.

Si ricorda che non esiste una soluzione perfetta in assoluto ma è importante saper accettare i compromessi, tenendo conto solo delle esigenze più pressanti.