Ven. Giu 14th, 2024

Molto spesso, quando si parla di “vacanza studio” si pensa al classico soggiorno all’estero organizzato da agenzie specializzate o al più dalla scuola di appartenenza dei ragazzi. Tra le più tradizionali vi sono le due settimane in Inghilterra o in Irlanda, le quali rappresentano un’occasione imperdibile per i ragazzi. Visitando un paese estero infatti, questi ultimi hanno l’opportunità di imparare la lingua e vivere per periodi più o meno lunghi a stretto contatto con una cultura diversa dalla loro. Ultimamente tuttavia, per venire in contro ad un crescente desiderio da parte delle famiglie di insegnare l’inglese ai bambini (anche a quelli molto piccoli), i tour operator propongono anche vacanze studio in Italia, un modo altrettanto proficuo e divertente di trascorrere le settimane estive. Ma di cosa si tratta esattamente? Una vacanza studio in Italia è davvero efficace per far imparare l’inglese ai bambini? Cerchiamo di vederci più chiaro.

 

Cos’è una vacanza studio in Italia?

La vacanza studio in Italia altro non è che un campo estivo finalizzato all’apprendimento di una lingua straniera. Essa può essere organizzata per una durata che va dalla singola settimana al mese o più, e può comprendere diversi tipi di attività. Generalmente, l’agenzia che organizza le vacanze studio raccoglie alcuni mesi prima dell’estate le adesioni da parte dei genitori, i quali possono iscrivere a questo tipo di esperienza bambini e ragazzi di età variabile, indicativamente dagli 8 ai 17 anni. Ciascuna famiglia potrà infatti decidere dove mandare a studiare il proprio figlio, scegliendo tra un’ampia gamma di destinazioni: località di mare, di montagna, città d’arte o piccoli borghi immersi nella natura. Durante il loro soggiorno, i bambini sono supervisionati ed accompagnati da professionisti del settore scolastico ed educativo, oltre che naturalmente dai membri dello staff dell’agenzia stessa. Solitamente, i ragazzi possono anche scegliere dove alloggiare, esprimendo la loro preferenza a seconda delle opzioni disponibili, le quali possono comprendere soggiorno in famiglia, in hotel, in residence o addirittura presso un villaggio vacanze dotato di ogni comfort.

 

I vantaggi del campo estivo in lingua inglese

Durante la mattinata, i bambini ed i ragazzi che frequentano una vacanza studio in Italia trascorrono alcune ore presso un’istituzione scolastica o una sede designata dall’agenzia, la quale servirà da luogo per l’insegnamento della lingua straniera.

Ecco quindi che una vacanza studio in Italia presenta numerosi vantaggi:

  • permette ai genitori di risparmiare, evitando di mandare i ragazzi in paesi con valuta differente;
  • aiuta i ragazzi a non subire un distacco troppo impattante, in quanto potranno parlare italiano;
  • permette ai bambini più timidi di fare amicizia;
  • è un’occasione per i più coraggiosi di aumentare la loro autonomia;
  • fornisce un importante supporto ai ragazzi che vogliano perfezionare la lingua straniera aggiungendo ore di apprendimento a quelle normalmente previste dall’orario scolastico;
  • consente ai ragazzi di sviluppare importanti soft skills, come l’empatia, l’ascolto e la cooperazione, tutte fondamentali per entrare facilmente nel mondo del lavoro.

Insomma, sono moltissimi i buoni motivi per iscrivere un bambino o un ragazzo ad una vacanza studio in Italia: imparare l’inglese o una seconda lingua straniera non è mai stato così facile, anche per coloro i quali preferiscono rimanere nella bellissima ed accogliente Italia.

Di Sara Iannetti

Amo scrivere di tutto, dai miei libri preferiti alle migliori città d'Europa. Attualmente sto anche lavorando a un romanzo.