Idraulico: come può intervenire per risolvere i problemi della caldaia

Una caldaia che presenta degli inconvenienti non è mai una buona notizia, non solo crea problemi a riscaldare efficacemente l’abitazione in inverno, quando gelo e pioggia rendono l’ambiente interno umido e freddo, ma impediscono anche di fare la doccia.

Affinché si possa rimediare presto a tale inconveniente l’unica soluzione è chiamare un idraulico per risolvere tempestivamente il problema onde evitare gravi danni all’apparecchio.

Spesso, infatti, non si tiene conto del fatto che parliamo di apparecchi che devono gestire un pesante carico, per cui è normale che nel tempo mostrino segni legati ad una minor efficienza o a qualche malfunzionamento: in questo caso, non devi puntare sul fai da te ma contatta il miglior idraulico a Roma su idraulico-difrancesco.com/roma per rimediare subito al problema occorso.

Tuttavia, ci si chiede quali sono quei disagi per cui è necessario chiamare subito un idraulico e su quali tipologie di guasto effettuerà il suo intervento; per questo motivo abbiamo ideato questo post allo scopo di chiarire quali sono quei casi che necessitano un pronto intervento.

Quando chiamare un idraulico

idraulico

Un idraulico, oltre a occuparsi dei guasti che avvengono più frequentemente in casa relativi all’impianto idrico, può essere anche capace di riparare una caldaia; naturalmente deve possedere competenza e certificazioni per operare adeguatamente su un apparecchio così importante e complesso.

Insomma, la ricerca deve essere concentrata su questi due aspetti per non incorrere in truffe che possono soltanto gettare benzina sul fuoco.

Inoltre, un tecnico qualificato rilascerà alla fine dell’intervento il bollino blu, da apporre sul certificato di revisione che ogni modello di caldaia ha in dotazione, per questo motivo bisogna controllare sempre di averlo in quanto è importante per rientrare nelle norme legislative che disciplinano la revisione periodica della caldaia.

Cinque problemi che causano il malfunzionamento della caldaia

idraulico

Una caldaia può smettere di funzionare normalmente per uno dei seguenti cinque motivi:

  • Assenza di riscaldamento o acqua calda – nel primo caso i caloriferi sono freddi, nel secondo caso l’acqua dalla doccia esce fredda, ciò accade perché la caldaia non avvia il processo di riscaldamento dell’acqua. Tale problema può essere causato da una valvola o un termostato guasto. Un idraulico qualificato è in grado di risolvere facilmente questo problema sostituendo uno o entrambi i componenti;
  • Perdite d’acqua – possono essere causate da un guasto alla pompa di circolazione oppure da una crepa presente sull’alluminio o la ghisa della caldaia. Nel caso in cui l’acqua fuoriesce dall’apparecchio, bisogna chiamare subito un tecnico, lasciar correre significherebbe causare maggiori danni e provocare accumuli di acqua dentro la caldaia, cosa che può danneggiare i circuiti elettronici interni;
  • Strani rumori – convivere all’interno della casa con una caldaia si traduce nella conoscenza dei classici rumori che emette. Tuttavia, possono verificarsi rumori inusuali, come un sibilo o un gorgoglio. La causa di questi rumori potrebbe essere di diversa natura, per questo motivo, chiamare un idraulico è quanto mai opportuno;
  • Temperatura dell’acqua che varia – accade quando l’acqua calda arriva a intermittenza oppure non rimane costante chiaro segno che la caldaia ha qualche tipologia di guasto. Bisognerebbe anche prestare attenzione a un altro problema, ossia quando l’acqua calda dal rubinetto arriva soltanto a riscaldamento acceso. Se accade, vuol dire che la caldaia è difettosa. Può anche accadere che l’acqua sia più calda del normale, ecco perché bisogna contattare subito un professionista prima che il problema peggiori;
  • Assenza di spia luminosa – sono diversi i motivi che possono portare allo spegnimento della spia luminosa della caldaia, e tutti ugualmente importanti. Questo problema può verificarsi a causa di un tiraggio, di un accumulo di deposito oppure un componente elettronico o meccanico della caldaia ha smesso di funzionare e impedisce al gas di defluire correttamente. Di conseguenza, la caldaia non si accenderà più e quindi niente riscaldamento e acqua calda in casa. Se la spia effettivamente resta spenta, l’unica cosa da fare è contattare un idraulico competente in grado di capirne la causa e risolvere il problema.