Ven. Giu 14th, 2024

La bioedilizia si occupa della realizzazione di case e locali commerciali ecosostenibili, per ridurre l’impatto ambientale che la civiltà inevitabilmente ha sul territorio.
Questa scienza applicata alle costruzioni si basa su una serie di principi fondamentali, che la ditta che si occupa dei lavori deve ben conoscere e condividere, in modo da agire a norma di legge e per un risultato finale sostenibile.

Cliccando sul sito Kadefservice.com potrai interfacciarti con una serie di professionisti in grado di dare vita a un approccio integrato, dove impianti, serramenti, muratura e dispositivi elettronici siano tutti pensati per il risparmio energetico e lo sfruttamento dell’energia pulita.

Su quali principi si basa la bioedilizia?

– Scelta di materiali naturali

Una casa ecosostenibile non può prescindere dalla scelta di materiali che provengono dalla natura, come il legno o la pietra.
Il loro impiego non ha una finalità puramente estetica, ma permette anche di regolare la temperatura al meglio ed evitare di consumare troppa energia tramite l’impianto di condizionamento e climatizzazione.
Valutando lo spessore delle mura e l’esposizione è possibile assicurare una temperatura mite sia in estate sia in inverno, rendendo la casa in parte autosufficiente dal punto di vista climatico.

– Attenzione alla distribuzione della casa

Per rendere la casa maggiormente ecosostenibile, è necessario dimensionare correttamente i vani, in base alla loro esposizione e al territorio sul quale sorge l’abitazione.
Inoltre, si utilizzano solitamente colori chiari e neutri per esaltare maggiormente la luce naturale e usare il meno possibile l’illuminazione artificiale.
Si tratta di dettagli che fanno una notevole differenza, rendendo l’ambiente più confortevole grazie alla scelta di forme armoniche e quasi sensoriali.

– Uso di fonti rinnovabili

L’installazione di pannelli solari e fonti di energia pulita sono un must per le case ecosostenibili, riscaldando così l’acqua e generando illuminazione, con la possibilità di immagazzinare anche l’energia prodotta in eccesso e venderla sul libero mercato.
Si tratta di apparecchiature costose, ma il prezzo pagato si ammortizza rapidamente con la diminuzione delle bollette per un consumo inferiore di energia.
L’ambiente ringrazia per la diminuzione dello sfruttamento delle fonti non rinnovabili e la casa offre comunque alte prestazioni a livello di comfort.

– Scegliere il terreno giusto

Optare per un terreno esposto correttamente e caratterizzato da un clima favorevole contribuisce alla costruzione di un’abitazione perfettamente aderente ai criteri della bioedilizia, in quanto la climatizzazione e l’illuminazione risultano più semplici da raggiungere senza un eccessivo dispendio di materie prime non rinnovabili.
Inoltre, è opportuno informarsi sulla storia pregressa del lotto che si sceglie, scartando quelli che hanno avuto problematiche ambientali in passato o che possono risultare inquinanti da emissioni tossiche o sostanze nocive presenti nella falda acquifera.
Infine, quando si opta per una zona, è consigliabile controllare che tipi di trasporti sono presenti nelle vicinanze, così da ampliare il concetto di sostenibilità anche ai propri spostamenti, evitando di prendere la macchina a favore di mezzi più puliti, come quelli elettrici o la bicicletta.

– Scelta di elettrodomestici efficienti

Gli elettrodomestici del passato hanno un consumo energetico molto elevato e un impatto ambientale negativo, per gli scarichi inquinanti che emettono in grandi quantità.
Acquistare degli elettrodomestici moderni e di classe elevata è il primo passo per realizzare un ambiente ecosostenibile, consumando meno energia e favorendo anche un risparmio economico alla fine del mese.

Inoltre, è bene dimensionare correttamente gli impianti affinché non si verifichino sprechi di acqua e di corrente, accendendo la luce solo quanto è strettamente necessario e regolando la pressione dell’acqua per la quantità che realmente serve.

– Sfruttare la luce naturale per illuminare e riscaldare

Scegliere una casa esposta al meglio permette di risparmiare sull’illuminazione e sul riscaldamento, poiché si sfruttano il più possibile i raggi solari, non solo nella stagione estiva.
La costruzione dei muri e la scelta degli infissi mirano proprio a questo risultato, ricorrendo a professionisti del settore che sappiano inserire i migliori nel proprio progetto, affinché risulti funzionale nel tempo.

Di Marzia Schiraci

Amo leggere e scrivere di tutto, dalla politica alla fantascienza. Non vedo l'ora di sentire i tuoi pensieri!